Some functions may not work correctly. To avoid errors, use other browsers. For example Safari, Chrome, Mozilla, Opera ... clear
Vademecum degli stock di abbigliamento
Per i clienti

Tipi di stock: categorie A-B-C, composizione dei lotti e formazione dei relativi prezzi

In base a:

  • lo stato di integrità della merce, vale a dire l’eventuale presenza di difetti riparabili o non riparabili
  • lo stato di integrità dell’imballaggio

i lotti delle rimanenze di magazzino si dividono in tre categorie che spaziano dalla A alla C.

A

La categoria "A" comprende articoli di abbigliamento senza difetti o evidenti segni di utilizzo, ancora sigillati nella loro confezione originale.

Questi capi sono praticamente identici a quelli presenti sugli scaffali di un qualsiasi negozio d’abbigliamento o boutique.

B

La categoria "B" presenta prodotti con:

  • lievi segni di utilizzo dovuti, ad esempio, al fatto che la clientela abbia indossato il suddetto capo in camerino una o più volte;
  • altri difetti minori e riparabili, dovuti alle dinamiche dei processi produttivi o al normale comportamento della clientela nel negozio;
  • prodotti senza l'imballaggio originale;

Tali difetti nascono in maniera del tutto fisiologica all'interno degli spazi commerciali, dal momento che la merce è deliberatamente posta a disposizione del cliente. Pile di vestiti lasciate alla rinfusa nella zona camerini sono infatti un fenomeno piuttosto comune nel settore del commercio di abbigliamento e calzature al dettaglio.

Un unico bottone mancante, lievi tracce di make-up, graffi quasi del tutto impercettibili sulla superficie di una scarpa in pelle sono fattori che difficilmente pregiudicheranno l’acquisto dell’articolo, nel caso in cui la misura ed il design soddisfino le esigenze del consumatore.

C

Nella categoria "C" rientrano prodotti con segni di usura, difetti riparabili o non riparabili, che possono essere dovuti sia al processo produttivo che alla loro successiva commercializzazione.

A questo gruppo appartengono anche quei prodotti che presentano contemporaneamente più di un difetto del grado "B”: si pensi, ad esempio, ad una scarpa in pelle con delle grinze sulla propria superficie dovute al fatto che è stata provata dalla clientela mentre era esposta nel negozio, in aggiunta ad una suola leggermente sporca.

Tutti i marchi europei e nordamericani, assieme alle catene di negozi di abbigliamento ed i maggiori shop online, suddividono i propri lotti tessili nelle categorie di cui sopra. Ciascun produttore o rivenditore si riserva però la facoltà di intenderli a modo proprio. In questo senso, non esistono degli standard unificati ed accettati universalmente.

Denominazioni attribuite ai nostri lotti d’abbigliamento all'ingrosso

F&P Stock Solution è un key player nel mondo degli stock tessili. La nostra azienda ha infatti stipulato numerosi accordi di fornitura sia con i maggiori rivenditori di abbigliamento di marca, sia direttamente con i top brand in questione.

Questi contratti sono in genere soggetti a restrizioni riguardo alla rivendita dei beni in oggetto all'interno dell'UE per mezzo di rigide clausole di riservatezza. Non siamo pertanto tenuti per legge a rivelarvi i nomi dei nostri fornitori.

Durante il processo di formazione di un lotto tessile, i capi di abbigliamento contenuti al loro interno sono sottoposti ad una rietichettatura utilizzando dei codici interni in uso presso la nostra azienda.

La prima lettera contenuta all’interno di questi codici rappresenta generalmente la rispettiva categoria di qualità d’appartenenza, vale a dire "A", "B" o "C".

Il nostro assortimento contiene alcuni lotti permanenti, denominati Berlino, Monaco, Colonia, Francoforte, Manhattan, Amburgo, Dallas, Lipsia.

La categoria di qualità di un numero ristretto di lotti è espressa come segue:

  1. Platino -> categoria "A"
  2. Oro -> categoria "B"
  3. Argento -> categoria "C"

Formazione dei prezzi

Il nostro ampio assortimento comprende stock di abbigliamento di alta, media e bassa qualità.

Abbigliamento

Il prezzo dei lotti di abbigliamento classificati come "A" dipende direttamente dal loro prezzo al dettaglio. Di solito applichiamo uno sconto di base al prezzo consigliato al pubblico. Va tenuto presente che i lotti possono contenere un mix di brand diversi.

Nel caso in cui i lotti della categoria "B" o "C" comprendano capi di abbigliamento appartenenti a categorie di prodotti diverse tra loro, solitamente si applica un prezzo al kg all’intero lotto in questione.

Calzature

Sulla falsariga dei lotti di abbigliamento, il prezzo delle calzature di categoria "A" si ottiene tramite l’applicazione di uno sconto rispetto al loro prezzo al dettaglio consigliato dal produttore.

Anche i lotti di scarpe possono includere marche diverse al proprio interno.

Ordine minimo

Importo minimo di acquisto: 1 pallet (150 paia di scarpe / 250 kg di tessile) o 1 lotto